BIALBERO

Ad una trentina di chilometri da Torino, nel suo peregrinare fotografico, Isaia si imbatte in un incredibile monumento naturale: un ciliegio cresciuto su di un gelso.
Che sia opera di un piccolo merlo che, dopo aver gustato una ciliegia matura, ne ha depositato il nocciolo nel colmo cavo del gelso? Forse.
Isaia si documenta e scopre che esistono pochissimi altri esemplari di questa strana simbiosi, ma nessuno si rivela altrettanto fotogenico.

Inizia così a frequentarlo per documentarne le metamorfosi stagionali. Il vecchio gelso, non più in crescita, ogni inverno subisce una leggera potatura, mentre il giovane ciliegio spicca sempre più alto e snello verso il cielo: meraviglioso connubio circondato da un vasto prato ed arricchito dallo sfondo impagabile della catena delle Alpi che, nelle giornate in cui soffia il vento fresco del Nord, sembra a portata di mano.

error: La copia dei contenuti del sito non è permessa!!